La leggendaria monaca Wu Mei (Ng Mui in Cantonese)L’'arte marziale è stata sviluppata più di 250 anni fa in Cina da NG Mui e Yim Wing Tzun, dal quale ha preso il nome.
Grazie alla loro altamente sviluppata tecnica nell’'arte marziale, queste due donne potevano battere qualsiasi uomo dei loro tempi.
Da allora il Wing Tzun era praticato solamente in famiglie e clan.
Il grande maestro Yip Man, che morì nel 1972, fu l'’ultimo insegnante di Wing Tzun che insegnò esclusivamente a studenti cinesi.
Oggi ci sono decine di migliaia di membri in tutto il mondo (in oltre 56 paesi) che stanno imparando questo sistema di ’arte marziale che fu aggiornato da Leung Ting, e gli ultimi allievi di Yip Man’s.
L'’istruttore capo europeo Dai Sifu K.R. Kernspecht, portò il sistema Wing Tzun in Europa vent’'anni fa e da allora allenò molte generazioni di istruttori altamente qualificati nell’organizzazione del Wing Tzun.

CARATTERISTICHE

Wing Tzung è il sistema di autodifesa più stretto mai inventato da esseri umani.
Perché? Wing Tzun non è basato su forza fisica o abilità acrobatiche e per questo permette a tutti di potersi difendere.
Wing Tzun insegna ad usare la forza dell’'avversario e rivolgerla contro di lui.
Wing Tzung deriva da riflessi tattici che sono meccanici e determinati direttamente dall’'attacco di un offensore.
In questo modo il Wing Tzung non è suscettibile a influenze visive indotte per indebolire l'’avversario.
Wing Tzung può essere insegnato in breve tempo e svilupparsi col tempo.
Wing Tzung sposa la richiesta di uso di una forza appropriata” e quindi è diretta verso l’'uso da parte delle forze dell’'ordine.
Wing Tzun è un ’intero sistema di arte marziale.
E’ un concetto rivoluzionario e ha poco a che vedere con figure o trucchi appariscenti.
Immediatezza e numero ridotto di movimenti per l’'uso sono il suo punto di forza. Etc..
Questo fa del Wing Tzung l’'arte marziale più veloce del mondo da sempre. Il Motto: “Il meno è più”! 

NUMERO DI MOVIMENTI

Wing Tzun è fatto in modo da poter permettere di affrontare un avversario con pochi movimenti. 

La miglior autodifesa che può mettere in crisi un avversario tramite pochi movimenti! Possiamo fare fino a tre movimenti simultaneamente allo stesso momento. Possiamo usare in contemporanea pugni e calci sia come arma di difesa sia come strumento di attacco.

I QUATTRO "MODI" DELLA FORZA

Nell’utilizzare la forza, ci sono quattro principi nello Wing Tzun: Siate liberi dalla propria forza liberate voi stessi dalla forza del vostro avversario usate la forza del vostro avversario Aggiungete la vostra forza a quella dell’avversario Attraverso un’ allenamento intesogli studenti di Wing Tzun imparano a rimbalzare la forza dell’attacco attraverso una sorta di interiorizzazione. Le parti del corpo attaccate si caricano per poi rimandare indietro immediatamente la stessa forza all’avversario.

PUGNI A CATENA

Una volta che un lottatore di Wing Tzun sferra nu pugno, non smette, ma parte con una catena di pugni che seguono il primo. Questa è una delle armi più efficaci, in quanto l’avversario una volta sferrato il primo colpo si aspetterebbe una tregua momentanea mentre invece i pugni sono consecutivi e rapidi senza lasciargli la possibilità di pensare alla sua difesa.

ULTERIORI BENEFICI DEL WING TZUNG

Oltre all’emphasis dell’autodifesa ci sono molti altri benefici attrattivi nella pratica dello Wing Tzun. Qui di seguito un piccolo sommario su cosa vi può offrire una scuola di Wing Tzun.
Il meglio dell’autodifesa
Allenamento di riflessi e reazioni
Allenamento nella concentrazione
Esercizi di meditazione e respirazione
Fitness
Conoscenza di se stessi e rilassamento
Una pratica filosofia di vita
Incontrare gente divertentendosi
Passare del tempo felice
Salute

LE TRE PARTI DI UNA CLASSE DEL WING TZUN 

FORME

Le “Forme” derivano dalle fondamenta della natura dei movimenti che sono stati integrati nell’autodifesa. Queste hanno anche contribuito al rilassamento, meditazione e al sentirsi bene.

CHI-SAO

Wing Tzun è l’unica arte marziale che sviluppa i riflessi tattili che sono determinati dal senso del tatto. I riflessi di difesa di Chi-Sao sono provocati in maniera veloce e meccanica dall’attacco dell’avversario. Questa tecnica permette al suo possessore di combattere praticamente ad occhi chiusi. Senza Chi-Sao il Wing Tzun consisterebbe solo in un accumulo di singoli movimenti . Quindi il Chi-Sao è la vera anima dello Wing Tzun.

LAT-SAO

Il punto centrale dello Wing Tzun è quello di sviluppare capacità combattive. Nello Lat-Sao (combattimento in free style) l’allievo Wing Tzun impara a non sentire paura nel combattimento uomo a uomo.

IL COMBATTIMENTO

In una vera situazione d’autodifesa, le regole della paura, (che potrebbero alterare la fine del combattimento), non esistono! Nello Wing Tzun riconosciamo subito l’importanza dell’allenamento e della necessità di essere completi il più possibile e conoscere le 5 distanze che fanno parte in una situazione di combattimento: 1st distance: Combattere con i propri piedi 2nd distance: combattere con le vostre mani 3rd distance: Combattere con ginocchia e gomiti 4th distance: Grabbling 5th distance: Combattere a terra In ognuna delle situazioni sopra elencate I principi Wing Tzun possono essere applicati con successo, questo è il motivo per il quale molti praticanti di altre arti marziali cambiano in Wing Tzun. In una sessione d’allenamento Wing Tzun i calci, pugni, ecc sono tutti eseguiti a bassa velocità così da non rischiare di ferire nessuno.

I QUATTRO PRINCIPI DEL WING TZUNG

Wing Tzun è un’intera sistema di arti marziali. Lo Wing Tzun segue la strategia di una difesa aggressiva. A livello più alto del sistema di gerarchia ci sono i quattro principi del Wing Tzun:
Se la via è chiara affrontala!
Se c’è un contatto, restaci attaccato!
Se il tuo avversario è più forte , dacci forte!
Se il tuo avversario si ritira, seguilo!

Liberati della tua Forza.
Liberati della Forza del tuo avversario.
Restituisci al tuo avversario la sua Forza.
Aggiungi la tua Forza alla sua. Principi dell'uso della Forza nel Wing Tzun

INTERVISTA TELEFONICA ANDATA IN ONDA SU RADIO 1 DURANTE IL PROGRAMMA "TORNANDO A CASA"

Sifu Mirco spiega in che cosa consistono i principi di autodifesa di Wing Tzun »

 

 

Ultime news